Leonardo da Vinci..cuoco! Truffa o realtà?

I grandi maestri della storia non smetteranno mai di influenzare il presente e il futuro. Non da meno, la figura di Leonardo da Vinci.

Il 2 maggio 1519 moriva nel castello di Amboise, in Francia, e ancora oggi la sua opera è considerata genialmente precorritrice in tanti ambiti. Quest’anno, in occasione di una ricorrenza così importante come il cinquecentesimo dalla sua morte, sarà celebrato in diverse città.

Un uomo che, grazie alla sua mente aperta, il suo amore per la natura e la sua passione per la cucina, ha lasciato la sua impronta anche a tavola. Prototipi di attrezzature, cura della preparazione e della presentazione dei piatti, comportamento tra i commensali sono passati attraverso la “lente di ingrandimento” del suo intelletto e sono giunti sino a noi.

Non solo pittore, scultore, musicista, architetto e progettista…ma anche fine gastronomo e cuoco. Non tutti lo sanno, ma Leonardo fu anche un grande appassionato di cucina e pasticceria.

A quest’ultima, lo avvicinò il compagno della madre, Piero del Vacca, grande appassionato del mestiere, trasformando  quello che sarebbe diventato uno tra gli uomini più famosi della storia, in un Gran Maestro di Feste e Banchetti nelle Corti rinascimentali degli Sforza e dei Medici.

Si racconta anche che, durante gli anni di apprendistato presso la bottega del Verrocchio, lavorò a Firenze come cameriere nella Taverna delle Tre Lumache , dove fu poi promosso a cuoco.

Da innovatore qual era, si applicò subito a sperimentare, con l’obiettivo di nobilitare i cibi popolari elevandone la qualità. Da qui, piccole porzioni di delicatezze assemblate ad arte, dove spiccava la sua maniacale attenzione alla cura della presentazione del cibo.

Era molto attento alla “mise en place” , introdusse l’uso del tovagliolo e dettò le regole del buon comportamento che i commensali dovevano tenere durante i banchetti.

Noi dell’Agenzia Formativa Dante Alighieri, attraverso i nostri corsi di cuoco, pasticceria, ma anche sommelier e, perché no, anche cameriere di sala, vi accompagneremo alla scoperta di questi mestieri, delle loro storie e di come renderli non solo un lavoro, ma anche una passione e un modo per esprimere le vostre idee, le vostre opinioni e le vostre emozioni.

Scopri di più sui nostri Corsi di Ristorazione

Pin It on Pinterest

Share This