L’esposizione dei prodotti alimentari e delle bevande è fondamentale ai fini del successo dell’attività e il visual merchandising per bar svolge un ruolo determinante nel raggiungimento degli obbiettivi commerciali del locale.

Il visual merchandising per bar è l’insieme delle strategie di marketing per aumentare il volume delle vendite di impulso.

Una efficace disposizione degli elementi, infatti, è in grado di aumentare sensibilmente il volume di affari del locale e la vetrina rappresenta un eccezionale strumento di vendita. Una efficace progettazione degli spazi e una buona disposizione dei prodotti sono in grado di ottimizzare la resa al metro quadro del locale.

Nell’ambito del visual merchandising per bar è necessario tracciare una distinzione fondamentale tra esposizione verticale ed esposizione orizzontale.

Esposizione orizzontale

Generalmente i panini, le piadine e gli snack salati vengono disposti in modo orizzontale; anche i dessert, le brioches e prodotti di piccola pasticceria vengono disposti in modo orizzontale sulle apposite mensole e vetrine.

Di seguito alcune indicazioni per una efficace disposizione orizzontale dei prodotti.

  • I prodotti complementari devono essere disposti in sequenza (ad esempio i croissant vanno posti in prossimità della macchina del caffè)
  • Per aumentare la vendibilità di bevande e alimenti, occorre posizionare dei cartelli vicino ai prodotti in sconto per evidenziare le promozioni
  • I prodotti di ogni fila orizzontale devono essere disposti in gruppi da tre (o in alternativa il barman può utilizzare un modello binario di disposizione dei prodotti)

Esposizione verticale

I prodotti adatti alla esposizione verticale sono i gelati confezionati e i semifreddi.

Sono stati individuati quattro livelli verticali di produttività delle vendite: il livello terra, il livello mani, il livello occhi e il livello alto.

Di seguito un elenco di utili indicazioni per un’ottimale disposizione verticale dei prodotti.

  • I prodotti più redditizi devono essere collocati a livello degli occhi
  • I prodotti con un buon margine di reddittività possono essere collocati a livello delle mani
  • Al livello terra e alto, invece, vengono collocate le bevande e gli alimenti meno redditizi

Altre utili indicazioni di visual merchandising per bar

  • Per un buon impatto visivo, disporre i prodotti in scala cromatica
  • La marca del prodotto deve essere sempre visibile
  • Per migliorare la vendibilità dei prodotti, il barman deve prestare attenzione anche al packaging, cioè il confezionamento dei prodotti alimentari, che deve invitare la clientela al consumo. Molte imprese nell’ambito della produzione alimentare, per migliorare l’appetibilità degli alimenti, propongono le proprie confezioni e contenitori di vendita. Il packaging deve essere quindi gradevole nell’aspetto, accattivante e funzionale
  • Il barman, inoltre, deve valorizzare la farcitura di sandwich, panini e croissant attraverso un posizionamento efficace nella vetrina. Il barman adotterà quindi una farcitura dei prodotti in grado di esercitare appeal sulla clientela
  • Creare, attraverso i tavoli, delle isole, in modo tale che il cliente sia costretto a girare intorno a questi punti nevralgici per raggiungere la cassa. La cassa sarà quindi posizionata in un’area strategica e ben visibile
Tecniche di visual merchandising per bar ultima modifica: 2016-03-24T11:16:49+00:00 da Agenzia Formativa Dante Alighieri


Pin It on Pinterest

Shares
Share This